Expo, il museo si visita con l’app

  • 0

Expo, il museo si visita con l’app

Category : NEWS

Seguire percorsi tematici, avere a disposizione contenuti speciali e, una volta conclusa la visita, essere aggiornati sulle novità. Il Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano ha lanciato nei giorni scorsi un’applicazione gratuita che si basa sui beacon, piccoli emettitori di bluetooth che seguono l’utente passo passo nella sua visita tra le sale. Si tratta di uno dei più ampi progetti di questo tipo realizzato in un museo a livello internazionale: l’app, disponibile in italiano e in inglese, sarà una delle “armi” che l’ente sta preparando in vista dell’Expo 2015. “Per noi progettare e iniziare ad offrire una tecnologia come MuseoscienzApp nell’anno di Expo è un doveroso segnale di attenzione verso il territorio ed i numerosissimi ospiti stranieri che accoglieremo nel semestre dell’esposizione universale”, ha spiegato Fiorenzo Galli, direttore generale dell’ente, alla presentazione del software. I beacon, insomma, aiuteranno i visitatori ad orientarsi tra le diverse sezioni espositive e li guideranno sia nei percorsi tematici che in quelli creati sulla base delle differenti collezioni. L’intera superficie del Museo è mappata grazie al posizionamento di oltre 300 beacon. I contenuti, che non sono precaricati sulla app ma vengono scaricati via wifi via via che il visitatore si aggancia ai vari dispositivi bluetooth, consente l’utilizzo di MuseoscienzApp senza usare la connettività dati. E soprattutto, nel caso di visitatori stranieri, senza dover attivare il roaming dati. L’app è stata sviluppata dal Museo in partnership con Samsung (la versione per gli altri dispositivi Android e quella per iOS saranno disponibili dal 1 aprile) e sviluppato da ETT. Sarà utile per i visitatori ma anche per l’ente stesso, come sottolinea l’ad di ETT Giovanni Verreschi: “Tracciando le preferenze e i reali comportamenti dei visitatori bacon, big data e sentiment analysis permettono agli operatori culturali di prendere decisioni più informate e di migliorare i servizi forniti”. Il Museo ha lanciato uno speciale weekend dedicato alla nuova applicazione: sabato 24 e domenica 25 gennaio i visitatori potranno partecipare ad una sorta di “caccia al tesoro” usando il software (e a chi non ha uno smartphone Samsung ne sarà fornito uno per provare l’app). Tra le novità più interessanti in programma per il weekend c’è anche la “passeggiata sulla Luna” realizzata grazie al visore Gear VR. Insomma, grazie a MuseoscienzApp “i visitatori possono beneficiare di un’esperienza di fruizione in palmo di mano arricchita, semplificata e personalizzata” come ha spiegato Antonio Bosio, product and solutions director Samsung elettronica Italia.


Cerca nel sito

Social

Seguici su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi